Un giorno per la Lettonia a Dublino

Il 30 aprile ed il primo maggio diversi eventi si sono svolti nel centro di Dublino

Il primo maggio in Lettonia è festa sia per la giornata dei lavoratori che per una data storica, la convocazione dell’assemblea nazionale (nel 1920). I cittadini lettoni in Irlanda si sono riuniti a Dublino il 30 aprile ed il primo maggio per celebrare questa ricorrenza con varie iniziative. La mattina del 30 aprile il Ministro per la Cultura, Dace Melbārde, ha incontrato la comunità lettone in Irlanda, in seguito c’è stato un workshop.

Nel corso del pomeriggio, i partecipanti hanno seguito un seminario pubblico per leaders ed associazioni lettoni, con un significativo dibattito riguardo a molte questioni relative alla vita e le attività della comunità baltica in Irlanda. Più tardi è stato il momento del teatro, con il gruppo Pavillion (basato su frammenti del lavoro di Agnese Bules). The Czech Inn (Essex Gate, Dublino) ha ospitato una serata musicale lettone. Il primo maggio la comunità lettone in Irlanda si è incontrata di nuovo presso l’House Square, Temple Bar (Dublino 2) per il festival e mercato primaverile del maggio, con spettacoli, stand e competizioni, seguiti da una serata di danza con un gruppo folk lettone, ‘Dimanta Sisters presso il pub ‘The Czech Inn’.

La Lettonia ha attraversato, negli ultimi decenni, dinamiche economiche simili a quelle note in Irlanda: tra il 2004 ed il 2007 il piccolo stato è stato spesso chiamato ‘Tigre Baltica’ (l’Irlanda veniva chiamata ‘Tigre Celtica’ già da alcuni anni) in virtù della sua economia in rapida crescita, ma anche la Lettonia ha attraversato una grave crisi a seguito dell’impressionante boom, dovendo poi di conseguenza negoziare un prestito dal Fmi. Comunque, dal 2010 l’economia lettone è cresciuta di nuovo, mostrando uno spettacolare 4,2 per cento nel 2013 (in quell’anno il tasso di crescita più alto in un paese europeo).

Sebbene questa tendenza ha rallentato nel 2014 e nel 2015, l’economia ha continuato però a crescere ben oltre il due per cento. Nel 2014 la Lettonia è entrata nell’Eurozona (il diciottesimo paese a fare ingresso nell’area). La posizione geografica di questo piccolo paese, assieme a vari passi intrapresi per favorire l’innovazione ed il settore dell’istruzione, assicurano che gli scambi economici con gli altri paesi nordici ed europei (sia con componenti storici della UE e stati che sono entrati nel mercato comune solo di recente) collocano la Lettonia al centro della cooperazione tra ‘Est’ e ‘Ovest’ in molti campi dell’economia e della cultura internazionale.

Aldo Ciummo