La Norvegia al Nordic Film Festival in Italia

Il paese scandinavo ha presentato opere di registi provenienti dalla letteratura e dalla recitazione, proponendo al pubblico un insieme di punti di vista sui problemi e le identità del mondo nordico

Il primo film norvegese presentato alla rassegna giovedì 21 aprile è stato “Miss Julie”, con Jessica Chastain, Colin Farrell e Samantha Morton, per la regia di Liv Johanne Ullmann, tratto dal romanzo di Strindberg. Prima di intraprendere il percorso da regista, Liv Ullmann ha recitato in film importanti fin dagli anni sessanta, vincendo un Golden Globe nel 1972 per “The Emigrants”.

In seguito, venerdì 22 c’è stata la proiezione di “I’m yours” con Amrita Acharia ed Ola Rapace, ambientato ad Oslo, regia di Iram Haq, storia di una madre single, di origine pakistana (un successo anche al Toronto international film festival nel 2013). Al centro delle opere di Iram Haq c’è il confronto tra culture molto differenti da un punto di vista femminile.

Sabato 23 aprile è stata la volta di “The Orange Girl” della regista Eva Dahr, tratto dal romanzo di Jostein Gaarder (“Il mondo di Sofia”), un’opera originale la cui storia trae spunto da una corrispondenza postale scoperta da un ragazzo tra gli oggetti appartenuti a suo padre. Eva Dahr ha lavorato molto anche per la televisione e nella regia per cortometraggi ed ha ottenuto molti premi sia in Norvegia che internazionalmente.

Infine domenica 24 aprile il cinema norvegese rappresentato alla rassegna ha proposto “Victoria”, tratto dal romanzo di Knut Hamsun, per la regia di Torun Lian, una storia d’amore cui fanno da cornice gli stupendi paesaggi del grande nord. Torun Lian al di fuori del cinema è una riconosciuta autrice di letteratura per l’infanzia.

Le proiezioni hanno avuto luogo a Villa Borghese a Roma, dove la Casa del Cinema ospita questo importante appuntamento annuale dedicato alla promozione dei film di Norvegia, Finlandia, Svezia, Danimarca, Islanda, a cura delle quattro ambasciate a Roma e con la collaborazione del Circolo Scandinavo. Il Nordic Film Festival svolgendosi in Italia rappresenta un punto di incontro tra la cinematografia dei paesi scandinavi e quella italiana, consentendo anche progetti comuni tra i produttori delle due aree.

Aldo Ciummo

Foto © Aldo Ciummo